Attività

La Psicologia Clinica riguarda, in particolare, la diagnosi ed il supporto psicologico a coloro che si trovano in situazioni di disagio o sofferenza psichica.
Come Psicologa la mia attività è dedicata soprattutto al sostegno psicologico di: pre-adolescenti, adolescenti, giovani adulti, adulti, coppie e genitori.

Pre-adolescenti ed adolescenti (11-18 anni)

È importante comprendere quando un adolescente è in crisi in modo da poterlo aiutare e poterlo sostenere in un’età dove tutto è in evoluzione ed appare sempre più difficile. Ansia dovuta alla scuola, depressione, isolamento sociale, disturbi del comportamento alimentare, difficoltà emotive, somatizzazioni, pensieri e gesti lesivi verso se stessi ed il proprio corpo e cattivo rapporto con i genitori sono alcune delle problematiche che i ragazzi di oggi si trovano ad affrontare.

giovani adulti (19 - 30 anni)

L'età in cui non si è più adolescenti, ma nemmeno ancora adulti. I giovani adulti sono in una fase evolutiva nella quale si dovrebbe diventare autonomi a livello sociale e lavorativo, ma spesso non se ne hanno ancora le piene possibilità. In questa nuova “età” i giovani adulti si possono trovare ad affrontare ansia, attacchi di panico, stress, angosce, cattivo rapporto con i genitori, depressione, isolamento sociale, difficoltà di relazione con il partner, difficoltà emotive, disturbi del comportamento alimentare, difficoltà sessuali, somatizzazioni, autolesionismo, difficoltà universitarie e lavorative e crisi d’identità e del proprio progetto di vita. In questo caso una corretta diagnosi e un adeguato supporto sono la chiave per vivere al meglio questa nuova fase della vita.

adulti

Questa fase della vita non è esente da possibili problematiche e disagi psicologici, quali ansia, depressione, difficoltà sentimentali e di relazione interpersonale, difficoltà emotive, disturbi del comportamento alimentare, somatizzazioni, problematiche sessuali, lutti, malattie e difficoltà durante separazioni e divorzi. Spesso un tempestivo supporto può essere un ottimo sostegno.

coppie

Vivere all'interno di una relazione ad oggi è sempre più complesso. I ruoli dell'uomo e della donna si stanno evolvendo. All'interno della coppia si possono presentare problematiche legate alla comunicazione, ai rapporti sessuali, alle emozioni e a blocchi evolutivi o a differenti prospettive di vita. Il sostegno psicologico ad una coppia prevede che si lavori sulla diade e non sul singolo, come se la coppia fosse un soggetto psicologico a se stante.

genitori

In questo contesto sociale padri e madri affrontano un periodo in cui il loro ruolo è messo in grande difficoltà e sembra sempre più arduo e difficile. Ecco perché è importante lavorare sul ruolo genitoriale e sul rapporto genitori-figli con particolare attenzione all’educazione e alla crescita dei ragazzi. Inoltre, nei casi di separazione o divorzio è importante poter intraprendere una precisa attività di sostegno al fine di permettere al genitore di comprendere e affrontare il suo nuovo ruolo di madre o di padre ed evitare che i figli subiscano ulteriori conseguenze alla perdita dell’unità familiare.

La Psicologia dello Sport si occupa dell’ottimizzazione delle risorse mentali e del sostegno psicologico per atleti amatori e professionisti, sia nello svolgimento dell’ordinaria attività sportiva che in gara. Inoltre, si rivolge alla formazione dei tecnici e al coaching dei dirigenti sportivi o federali. Come Psicologa dello Sport la mia attività è rivolta, in particolare, all’ottimizzazione delle risorse mentali, al supporto emotivo e al sostegno psicologico degli atleti di qualunque livello sia di sport individuali che di squadra.

preparazione mentale

Attività diretta ad atleti di sport individuali, di coppia e di squadra sia a livello amatoriale che professionistico. Si lavorerà sull’ottimizzazione delle risorse mentali, sul miglioramento dell'attenzione, della concentrazione e della memoria, sulla visualizzazione e sul self talk.
A seconda dell'atleta si lavorerà sulla corretta gestione delle emozioni e sullo stato di “Flow”.

sostegno psicologico

È rivolto ad atleti di sport individuali, di coppia e di squadra a livello amatoriale e professionistico per supportarli nella gestione dell’ansia, dell’emotività, dell’apatia, della noia e dello stress e di tutto ciò che è importante a livello psicologico per un atleta che vuole performare al meglio durante le gare.

preparazione mentale di gruppo

Tale attività si rivolge in particolare allo sport giovanile con programmi di assessment psicodiagnostico specifici per lo sport diretto a valutare i punti di forza e le aree di miglioramento a livello mentale di ciascun giovane atleta, nonché di specifici training per migliorare l’attenzione, la concentrazione, l’allenamento ideomotorio e la visualizzazione. Nell’ambito di tali attività verranno anche suggerite tecniche di respirazione utili alla gestione dell’ansia e verrà svolto uno specifico lavoro sulla gestione dell’emotività.

coaching per allenatori, manager e dirigenti sportivi

Si prefigge l’intento di sviluppare il potenziale professionale di tali figure attraverso una riflessione sul loro operato e sul loro ruolo volta al miglioramento ed alla crescita delle loro capacità empatiche, gestionali ed organizzative.

formazione dei tecnici

È diretta a elaborare e svolgere programmi di formazione specifica per i singoli sport al fine di permettere ai relativi tecnici di avere competenze nell’ambito della Psicologia, della Pedagogia e delle Tecniche educative. La conoscenza di queste materie è fondamentale per permettere agli allenatori di lavorare al meglio con gli allievi, i rispettivi genitori e gli atleti professionisti. I programmi di formazione affiancano alle lezioni teoriche esemplificazioni pratiche dirette a permettere un’immediata applicazione delle conoscenze apprese.

La psicologia positiva è una nuova branca della psicologia che studia come rendere più felici le persone, si concentra sullo studiare le motivazione che portano le persone a vivere una vita più serena e gioiosa nonostante le difficoltà quotidiane. Insegna ad affrontare i problemi dalla parte opposta rispetto a come li si è affrontati fino ad adesso e lavora sui punti di forza e le aree di miglioramento presenti in ognuno di noi. Oltre alle sedute di sostegno psicologico affrontate con questo approccio mi rivolgo in particolare a corsi individuali o di gruppo.

Meditazione e psicologia

Un percorso rivolto a giovani e adulti dove si lavorerà sulla respirazione, la meditazione, la riflessione e la consapevolezza con sedute individuali e di gruppo che vi aiuteranno a gestire le emozioni e lo stress che la vita odierna provoca. Strumenti utili per poter affrontare la quotidianità lavorativa e familiare o anche per difficoltà dovute a momenti di crisi. La meditazione in particolare aiuta le persone a migliorarsi dall’interno aumentando la capacità riflessiva e la consapevolezza in se stessi.

Trova il tuo talento

Qualunque sia il tuo lavoro o se hai voglia di cambiare la tua vita puoi prima scoprire quel’è il tuo talento e metterlo in pratica per essere sempre più attiva. In un mondo dove tutto è veloce e frenetico, fermarsi a cercare le proprie vere risorse sembra una perdita di tempo, al contrario è un investimento a lungo termine che porterà nella vita personale e professionale a grandi soddisfazioni.

Ed ora che faccio? Scegli l’università che fa per te!

Studiare o lavorare? Se studio cosa scelgo? Ho sentito molte volte dei giovani ragazzi chiedersi quale percorso intraprendere e molto spesso finire a fare le classiche scelte per poi ritrovarsi a qualche anno di distanza ed essere uno fra tanti senza motivazione, passione o inventiva. La scelta non sta in un percorso che porterà al lavoro sicuro, la scelta deve portare la persona ad amare quello che farà in modo da potersi svegliare tutti i giorni motivato ad affrontare un’altra giornata professionale con il sorriso.

Cambio vita: riparto da me…

Come cambiare le proprie abitudini e ricercare la propria felicità quando sono incastrata nel mio lavoro? Quando è giusto ripartire da se stessi? Non c’è un momento giusto o uno sbagliato c’è il secondo in cui decidi cosa devi cambiare. Pensi che sia giusto farlo da sola, perché è così che ci hanno insegnato: a fare tutti da soli, ma quello che non ti hanno detto è che tutte le persone hanno bisogno di una guida, di una spinta, di qualcuno che creda in te, forse per la prima volta qualcuno che ti guardi senza giudizio e che possa aiutarti a comprendere chi sei e cosa c’è di nascosto in te da tirare fuori, che senta con te la paura e contemporaneamente ti sorregga nel capire che solo chi ha paura può affrontare il cambiamento in modo radicale attraverso una enorme dose di coraggio così facendo trovare la serenità.